Environment / Segnalazione / opportunità

Accreditamento e certificazioni. Quali benefici per il Paese?

Creato il: 29/07/2020
Creato Da: serviziosostenibilita@polimi.it

La gestione dell’emergenza Covid 19 ha reso evidente come non si possa più parlare di qualità senza parlare di certificazione.

Per comprendere quali effetti sulla vita dei cittadini, sulla sicurezza alimentare, sulla salute, sullo sviluppo socio-economico del Paese derivano dall’accreditamento, è disponibile dal mese di luglio 2020, lo studio promosso dall’Osservatorio Accredia “Accreditamento e certificazioni. Valore economico e benefici sociali” realizzato in collaborazione con Prometeia.

Obiettivo dello studio la misurazione della crescita economica e dei benefici sociali che derivano dalle attività dell’Infrastruttura per la Qualità (IQ), e, in particolare, dalle certificazioni, ispezioni, prove e tarature svolte dagli organismi e dai laboratori accreditati da Accredia.

Lo studio dell’Osservatorio, il primo in Italia a indagare il valore economico dell’accreditamento, ha evidenziato come le attività eseguite dagli organismi di certificazione e ispezione e dai laboratori di prova e taratura accreditati producano benefici anche per la collettività in termini di ambiente, salute e sicurezza, grazie alla riduzione degli effetti negativi - inquinamento, malattie e infortuni - e dei costi associati.

In particolare, sono state misurate le “esternalità” delle certificazioni ambientali, energetiche, sulla sicurezza del lavoro, sulla sicurezza alimentare e di alcune direttive e normative europee. Tra il 2013 e il 2018, è stato calcolato in 10,8 miliardi di euro il contributo della IQ all’economia italiana, corrispondente al 16,1% dell’incremento del PIL nei settori manifatturiero (5 miliardi di euro), dei servizi (5,8 miliardi di euro) e delle costruzioni (110 milioni di euro).

Lo studio (insieme ad altri documenti di sintesi) è disponibile alla pagina: https://www.accredia.it/pubblicazione/accreditamento-e-certificazioni-valore-economico-e-benefici-social

 

Ultime versioni
  • 29/07/2020
  • 29/07/2020