Environment / Segnalazione / opportunità

Smart Sustainable Districts: l’esperienza di Sharing Cities

Creato il: 07/05/2021
Creato Da: serviziosostenibilita@polimi.it

Si conclude con il webinar “Smart Sustainable Districts: l’esperienza di Sharing Cities” in programma mercoledì 12 maggio 2021 (dalle 14.00 alle 14.30) il ciclo Esperienze, modelli, strumenti per gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 promosso e organizzato da dicembre 2020 dal Consorzio Poliedra.

Il Consorzio - che da sempre si occupa di sviluppo sostenibile, declinato in particolare rispetto agli ambiti ambiente, territori e mobilità - ha da tempo intrapreso un percorso di approfondimento sugli Smart Sustainable Districts e sul loro legame con gli SDGs coinvolgendo vari dipartimenti e consorzi del Politecnico di Milano.

Tra gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda ONU 2030 (SDGs) e il tema degli Smart Sustainable Districts (SSD) sono numerose le connessioni che si possono individuare. Ad esempio rispetto all’Obiettivo 11 [rendere gli insediamenti umani inclusivi, sicuri e sostenibili] che si collega all’idea SSD di territori che agevolino la partecipazione attiva e includano i cittadini, promuovendo la sostenibilità. Ma anche gli Obiettivi 9 [costruire infrastrutture resilienti e promuovere innovazione e industrializzazione equa, responsabile e sostenibile]; il 12 [garantire modelli sostenibili di produzione e consumo]; il 7 [assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni]; e infine l'Obiettivo 13 [promuovere azioni per combattere il cambiamento climatico].

Nel corso del webinar Smart Sustainable Districts: l’esperienza di Sharing Cities Irene Vegetti e Roberta Falsina (Poliedra) introdurranno il tema SSD ragionando sul progetto Sharing Cities. La discussione sulle lezioni apprese, i punti di forza, gli ostacoli alla replicabilità, sarà sviluppata da Roberto Nocerino (Comune di Milano) dal punto di vista dell’amministrazione pubblica. Maurilio Zuccalà (Cefriel), affronterà le connessioni con l’innovazione tecnologica, mentre Andrea Temporelli (RSE) conclude intervenendo sui risultati e benefici ambientali ottenuti, valutati grazie al monitoraggio delle azioni implementate.

La partecipazione al webinar è aperta a tutti gli interessati. Registrandosi qui si riceverà il link di partecipazione, attraverso la piattaforma ZOOM.

La formula adottata dal ciclo prevede 5 webinar con un dibattito a più voci che si sviluppa nell’arco di mezzora. La registrazione degli interventi precedenti è disponibile qui 

 

Ultime versioni
  • 07/05/2021
  • 07/05/2021
  • 07/05/2021