Indietro

Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente

Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente

Immagine news

Riconoscere il valore delle realtà aziendali e locali che in Italia traducono i principi della sostenibilità in azioni concrete è l’obiettivo dichiarato del Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente, giunto alla sua 17esima edizione.

Il premio - organizzato da Legambiente, in rete con altri enti, associazioni e istituzioni, tra le quali il Politecnico di Milano (con il supporto organizzativo di Sustainability Unit, Area Campus Life), e realizzato quest’anno in partnership con Groupama Assicurazioni e con il contributo di UPS Foundation, con il patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica - punta a creare un contesto favorevole alla ricerca, contribuendo a diffondere buone pratiche e valorizzando i soggetti capaci di cogliere la sfida ecologica quale opportunità irrinunciabile di sviluppo economico e sociale.

Al centro dell’edizione 2021 le start up, gli spin off universitari e aziendali e, per il primo anno, anche le PMI (piccole e medie imprese) innovative a vocazione ambientale e sociale.

Il bando disponibile alla pagina www.legambienteinnovazione.org ha l’obiettivo di intercettare iniziative, interventi, piani e progetti che si muovono verso questo paradigma, con riferimento agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals) dell’Agenda ONU 2030. Un premio destinato, dunque, a tutte quelle innovazioni di prodotto, processo o servizio, di tipo tecnologico, gestionale o sociale che contribuiscano a una significativa riduzione degli impatti ambientali, al rafforzamento della resilienza agli effetti del cambiamento climatico e che si segnalino, al contempo, per originalità, replicabilità e potenzialità di sviluppo.

“Siamo particolarmente orgogliosi, quest’anno, di confermare l’appuntamento con il Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente: un riconoscimento a tutte quelle realtà che non mancano di distinguersi in eccellenza e innovatività, pur tra le mille difficoltà legate ai differenti contesti socio-economici e territoriali in cui operano e al momento contingente – dichiara Giorgio Zampetti, direttore generale di Legambiente – D’altro canto siamo convinti che, proprio nel pieno della crisi globale che stiamo attraversando, la sostenibilità possa essere la leva principale del cambiamento, per perseguire un futuro più efficiente, equo e sicuro nella gestione delle risorse. Pertanto, continuiamo a sostenere e a promuovere l’Italia capace di offrire un modello alternativo di sviluppo, moderno e rispettoso dell’ambiente, con particolare attenzione ai più giovani”.

 

Come partecipare

La partecipazione al premio è gratuita, riservata alle realtà che hanno per protagonisti i giovani e con sede legale in Italia. Costituisce titolo preferenziale un’età anagrafica inferiore ai 35 anni.

Scadenza per la presentazione dei progetti: 30 settembre 2021 (scadenza prorogata).

Il bando, in corrispondenza di ciascuna categoria, riporta i relativi Sustainable Development Goals individuati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Di seguito le categorie per le quali è possibile concorrere:

 

Agricoltura e Filiere Agro-alimentari;

Mobilità Sostenibile;

Digital green, comunità in rete, dai piccoli Comuni alle Smart Cities;

Economia Circolare;

Ecodesign;

Transizione energetica.

 

Premi edizione 2021

I primi classificati di ogni categoria potranno utilizzare il logo del Premio Innovazione 2021 e riceveranno un premio in denaro di 3 mila euro. Oltre al vincitore, potranno esserci altre segnalazioni.

Nell’edizione di quest’anno è previsto anche un “Premio speciale Groupama Assicurazioni”, costituito da una copertura assicurativa che verrà pensata “ad hoc” per il settore di appartenenza dell’azienda vincitrice.

Il Comitato scientifico di valutazione del Premio  è composto da: Legambiente, Fondazione CARIPLO, Fondazione CON IL SUD, Fondazione SODALITAS, Fondazione UPS, Fondazione Lombardia per l’Ambiente, CONAI, Kyoto Club, GREEN (Università Bocconi), Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano – Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali e Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali, Groupama Assicurazioni, Fondazione Global Compact Network Italia, RoGUILTLESSPLASTIC – Rossana Orlandi, ANGI (Associazione Nazionale Giovani Innovatori), IED e CNR.

Tra i criteri di valutazione che orienteranno le scelte del comitato scientifico, chiamato a decretare i vincitori, figurano la riduzione dei rifiuti prodotti lungo l’intero ciclo di vita; gli effetti positivi dell’innovazione su aria, acqua, suolo, territorio e biodiversità; la capacità dell’innovazione di modificare le modalità di acquisto o consumo; il suo potenziale impatto sul sistema produttivo o sui consumi in generale; la generazione di benefici misurabili per il miglioramento della qualità della vita delle comunità locali (recupero e riuso dei beni, welfare di comunità, ripristino di aree degradate); la capacità di comunicare in modo creativo ed efficace le informazioni sulle proprie prestazioni sociali e ambientali.

La premiazione avverrà nel mese di dicembre a Milano

 

Per eventuali, ulteriori informazioni, contattare la segreteria organizzativa del premio:

Legambiente Nazionale APS - Ufficio di Milano, Tel.: 02 97699301

www.legambienteinnovazione.org